Come accompagnare i canti per la liturgia su organi storici italiani

Sabato 28 settembre 2013

Morcote, Chiesa Santa Maria del Sasso

ore 9.30 - 12.00

 

A chi, tra coloro che suonano durante funzioni liturgiche, non è già capitato di accompagnare dei canti su un organo storico, uno dei tanti strumenti, anche di prestigio, che si trovano nella nostra regione dotata di un ricco patrimonio organario? Qualcuno forse si sarà trovato in difficoltà trovandosi davanti a una tastiera sola, magari con l’ottava corta, e dovendo scegliere tra i registri divisi in soprani e bassi. Può darsi che inoltre misure non abituali delle tastiere e della pedaliera, panca stretta e non regolabile in altezza, talvolta anche traballante, e il leggio piccolo molto vicino alla visuale non avranno aiutato molto per sentirsi a  proprio agio. Come allora accompagnare i canti per la liturgia su uno strumento con queste caratteristiche? Come orientarsi con l’ottava corta? Che registri scegliere se per sostenere un solista il registro più dolce è il principale 8’? Che ruolo può avere la pedaliera se presenta solo poche note?

Il corso s’indirizza innanzi tutto a chi già svolge o vorrebbe svolgere un servizio d’organista, ma può essere un’occasione anche per chiunque fosse interessato alla tematica. Non si farà distinzione tra attivi e uditori. I partecipanti potranno suonare dei canti liturgici di libera scelta.

Attività formativa dell'Associazione Ticinese degli Organisti (ATO)

Per i soci ATO la partecipazione al corso è gratuita. Per i non soci la quota è di Fr. 20.- da pagare sul posto.

Formulario d'iscrizione (pdf)

Preludi, interludi e postludi durante le messe e i culti: alcuni criteri di scelta (seconda parte)

Sabato 29 settembre 2012

Lugano, Chiesa San Nicolao

ore 9.30 - 12.00

L'argomento, già proposto nell'incontro del 1 ottobre 2011, è stato ripreso e approfondito in modo da aver permesso la partecipazione a tutti, indipendentemente dalla presenza o meno al corso precedente.

Si è cercato di valutare l'idoneità per celebrazioni liturgiche di brani del repertorio organistico tenendo conto di diversi aspetti musicali e formali. Fino a che punto può andare la libertà di scelta secondo il gusto e le proprie preferenze? Un determinato brano può essere abbreviato con delle cadenze conclusive o allungato inserendo delle ripetizioni non scritte? Può essere adattato alle esigenze liturgiche cambiandone il tempo fino a dargli magari un altro carattere? È possibile scegliere delle registrazioni diverse da quelle indicate dal compositore? Fino a che punto bisogna seguire parametri esecutivi secondo aspetti filologici? A queste ed ad altre domande si è cercato, tramite uno scambio reciproco di idee e di proposte, di dare delle risposte.

I partecipanti hanno potuto suonare dei brani d'organo di libera scelta che ritenevano adatti per la liturgia e/o portare degli spartiti da visionare.

Attività formativa dell'Associazione Ticinese degli Organisti (ATO)

Preludi, interludi e postludi durante le messe e i culti: criteri di scelta

Sabato 1 ottobre 2011

Lugano, Chiesa San Nicolao

ore 9.30 - 12.00

 

Quali brani scegliere? Nel repertorio organistico si possono trovare dei brani adatti? Esiste un repertorio specifico? Come valutare un brano idoneo o meno per la liturgia? Bastano l'intuizione e il buon gusto o bisogna tener conto anche di altri aspetti? Tramite lo scambio di idee e di proposte, durante l'incontro si è cercato di trovare dei criteri che possano essere d'aiuto per una scelta più consapevole che tenga conto sia della propria capacità e esperienza sia del contesto liturgico in cui si suona

I partecipanti hanno potuto suonare dei brani d'organo di libera scelta che ritenevano adatti per la liturgia e/o portare degli spartiti da visionare.

Attività formativa dell'Associazione Ticinese degli Organisti (ATO)

Come accompagnare i canti durante le messe e i culti

Sabato 9 ottobre 2010

Breganzona, Chiesa Neo-Apostolica

ore 9.30 - 12.00

 

Come accompagnare i canti liturgici e quali registri usare? Bisogna suonare l'armonizzazione scritta o si può anche usarne un'altra? Che ruolo ha il pedale e quando usarlo? Queste e tante altre domande possono sorgere a chi suona regolarmente o sporadicamente in chiesa, presso una comunità religiosa e accompagna i canti dell'assemblea.

I partecipanti hanno potuto suonare dei canti liturgici a scelta.

Attività formativa dell'Associazione Ticinese degli Organisti (ATO)

L'organo nella liturgia

Sabato 19 settembre 2009

Ravecchia, Chiesa San Biagio

ore 9.30 - 12.00

 

Come accompagnare i canti liturgici e quali registri usare? Bisogna suonare l'armonizzazione scritta o si può anche usarne un'altra? Quali brani sono adatti per la liturgia e dove trovarli? Queste e tante altre domande possono sorgere a chi suona regolarmente o sporadicamente in chiesa, presso una comunità religiosa.

I partecipanti hanno potuto suonare dei canti liturgici a scelta o dei brani che ritenevano adatti per la liturgia.

Attività formativa dell'Associazione Ticinese degli Organisti (ATO)

Preludi-corali di Buxtehude

Sabato 8 e sabato 15 novembre 2008

Camorino, Chiesa San Martino

ore 9.30 - 12.30

 

Il corso è stato un'occasione per avvicinarsi a Dieterich Buxtehude. Tramite il lavoro su alcuni preludi-corali prescelti, preparati dai partecipanti stessi, si è cercato di scoprire alcune caratteristiche di questo musicista tedesco e di trovare spunti per l'interpretazione delle sue composizioni.

Attività formativa dell'Associazione Ticinese degli Organisti (ATO)

Il Gloria della Messe des parroisses di François Couperin

Sabato 3 e sabato 10 marzo 2007

Lugano, Chiesa San Nicolao

ore 9.30 - 12.30 a Lugano

 

Partendo dal Gloria della Messe des Paroisses di F. Couperin sono stati trattati diversi aspetti dell'interpretazione della musica francese barocca, come la scelta dei registri, gli abbellimenti e l'articolazione. La possibilità dei partecipanti di suonare una o più sezioni del Gloria ha permesso un lavoro concreto sui brani.

Attività formativa dell'Associazione Ticinese degli Organisti (ATO)

È possibile suonare la musica francese barocca sui nostri organi?

Domenica 12 marzo 2006

Lugano, Chiesa San Nicolao

ore 14.00 - 16.00

 

Quali registri scegliere? Quando usare il pedale? Che differenza c'è tra Plein jeu e Grand jeu; e cosa vuol dire Tierce en taille? Come si suonano gli abbellimenti e cos'è il jeu inégale? Queste e altre domande sono state trattate in questo corso tenuto da Marina Jahn, organista della Chiesa di San Nicolao a Lugano.

I partecipanti hanno potuto suonare uno o più brani scelti dal repertorio francese barocco.

Attività formativa dell'Associazione Ticinese degli Organisti (ATO)

Le caratteristiche dell'organo romantico

Domenica 5 giugno 2005

Lodrino, Chiesa parrocchiale

ore 15.00 - 16.30

 

L'organo di Lodrino (due tastiere e pedaliera con 29 registri) costruito nel 1912 circa dalla Ditta Goll di Lucerna è stato presentato da Marina Jahn con spiegazioni sulla storia e sulle caratteristiche dello strumento ed un breve concerto dimostrativo.

I partecipanti avevano la possibilità di suonare su questo organo.

Attività formativa dell'Associazione Ticinese degli Organisti (ATO)

Visita a organi antichi del Ticino

Domenica 16 maggio 2004

14.00 - 15.30 Monte Carasso, Chiesa parrocchiale

16.00 - 17.30 Bellinzona, Collegiata

 

L'organo del 1746 di Monte Carasso (una tastiera e pedaliera ridotta) e l'organo Antegnati del 1588 (ampliato nel XIX sec.) della Collegiata di Bellinzona (due tastiere e pedaliera ridotta) sono stati presentati da Marina Jahn con spiegazioni sulla storia e sulle caratteristiche dei rispettivi strumenti ed un breve concerto dimostrativo.

I partecipanti avevano la possibilità di suonare su questi organi.

Attività formativa dell'Associazione Ticinese degli Organisti (ATO)

Le caratteristiche dell'organo antico

29 maggio 2003

Morcote

Attività formativa dell'Associazione Ticinese degli Organisti (ATO)

Le caratteristiche dell'organo moderno

1 maggio 2003

Lugano, Chiesa San Nicolao

Attività formativa dell'Associazione Ticinese degli Organisti (ATO)